DEVO PAGARE IL BOLLO O LA TASSA PER LA MIA AUTO? Novità fiscali riguardanti le esenzioni per le auto di interesse storico e collezionistico

Quando ho comperato la mia auto storica o la moto l’ho iscritta in uno dei registri riconosciuti dallo Stato Italiano viene fuori l’annoso problema pagare il bollo o la tassa di circolazione?

Fino a poco tempo fa cioè il 2014 il presidente del consiglio Matteo Renzi con la legge di stabilità approvata a Dicembre 2014 ha eliminato il beneficio per le auto con meno di trent’anni di fabbricazione.

Quindi tutte le auto con meno di trent’anni, anche iscritte nei Registri storici, devono pagarlo.

Ma sostanzialmente quale è la differenza?

Faccio un esempio.

Se io prima avevo una auto storica di ventidue anni esentata dal pagamento della suddetta tassa se la lasciavo ferma in garage o nel box non succedeva niente ed eliminando il beneficio devo pagarla.

Perchè?

Perchè la mia auto non ha più la Tassa di circolazione forfettaria cioè circa 25-30 Euro variabile da regione a regione cioè si pagava se la mia auto storica USCIVA  dal box e veniva messa su suolo pubblico, la tassa valeva dal primo Gennaio al trentun Dicembre dello stesso anno solare.

Quindi dall’Agenzia di riscossione non arrivava nessuna cartella esattoriale.

Adesso le cose si sono complicate un pochino in quanto la tassa si è “trasformata” in possesso, quindi anche se sta ferma in box tu la devi pagare poicè hai l’effettivo possesso dell’ auto storica.

Attenzione a pagarla poichè non è più forfettaria ma a tariffa intera e se non paghi ti arriva l’ingiunzione di pagamento con le relative sanzioni.

Per sapere il relativo importo consiglio sempre di andare nel sito internet della regione di appartenenza e verificare l’importo totale da pagare di solito per comodità vale dal primo Gennaio al trentun Dicembre dello stesso anno.

Oppure di andare nelle agenzie ACi sparse in tutta Italia o nelle agenzie di pratiche auto.

Il riassunto di tutto quello che ti ho scritto è presente in questo video:

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 14 =