CONSIGLI DI ACQUISTO E RESTAURO DELLA FIAT “NUOVA 500” L' ARTICOLO FORNISCE DEI CONSIGLI DI ACQUISTO E RESTAURO DEL MODELLO FIAT "NUOVA 500"

In questo ultimo decennio, e precisamente dal 4 Luglio del 2007 quando, nella serata mondiale di Torino, è stata presentata “Welcome bambina” ovvero la “500” del futuro, è ritornata molto forte nelle persone la passione della “Nuova 500”, la sua antenata, intendo.

In questi dieci anni si è visto raddoppiare i consigli di restauro per la “vecchia” 500.

Tutto questo perchè il popolo ama, e ha nel cuore ancora l’antenata del 1957, dove, in questo blog si è dato lo spazio che merita, ti rinvio al link: https://www.michelemoraglio.it/fiat-nuova-500-made-italy

Perchè tutto il mondo ama ancora la “vecchia” 500?

Semplice, perchè l’hanno guidata tutti: la prima macchina, la patente presa appunto guidandola oppure essere accompagnati all’altare proprio dalla nostra beniamina.

Ci seguiva dappertutto, era come un componente della famiglia,   oggi chi mi chiama per consigli di restauro sento dalla voce una gioia come fosse ritornato un parente dopo tanti anni.

La nota dolente sono i prezzi non di acquisto che sono ancora abbastanza abbordabili ma nella fase della “rimessa in sesto”.

Vengo subito a quello che volevo scrivere in questo articolo: se voi vedete un “Nuova 500” abbandonata con targhe, avete subito risparmiato l’onere di rimmatricolarla, fate soltanto il restauro.

Ma come si presenta la “Nuova 500”?

Se vi imbattete in un modello di “Nuova 500” totalmente da restaurare, anche se l’avete pagato poco analizzate fondi e carrozzeria ed eventualmente andate con il vostro carrozziere di fiducia così si fa un idea del lavoro che andrà a fare.

Se restaurate una Fiat “Nuova 500″cercate di capire su quale modello state “mettendo le mani” in 18 anni il cinquino ha passato diversi modelli e anche diverse modifiche: la “D” e le due versioni “Economica” e “Normale”  per passare alla “F” alla “L” e infine alla “R”.

Certe volte vedo versioni “R” con musetti della “L” oppure con i gocciolatoi del padiglione con le cromature appartenenti soltanto alla versione “Lusso”, oppure macchine totalmente modificate…

Le prime versioni, e parlo della “D” sia Economica e Normale hanno prezzi decisamente alti in virtù del fatto che durante il restauro per acquistare i pezzi danneggiati o rotti gli stessi hanno prezzi molto alti rispetto alle versioni più recenti, se state acquistando una Fiat “Nuova 500” e la state restaurando vi rinvio ai link: http://www.passione500.it

Per capire le varie differenze dei modelli consiglio i libri di Alessandro Sannia, questo è il link:http://www.ilcammello.it

Fiat “Nuova 500” guida al restauro di Alessandro Sannia

 

Il libro di Alessandro Sannia riguardo alla Fiat “Nuova 500”

Se vuoi iscriverti al club che riunisce oltre 20.000 soci sparsi in tutto il mondo ti rinvio al link del Fiat 500 Club Italia di Garlenda (SV), questo è il link: https://www.500clubitalia.it

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + diciotto =