“ENCICLOPEDIA DEI CARROZZIERI ITALIANI” DI ALESSANDRO SANNIA DUE CAPOLAVORI SI INCONTRANO NELLA NUOVA PUBBLICAZIONE DI ALESSANDRO SANNIA

In questo articolo voglio consigliarvi la lettura del bravissimo Alessandro Sannia con “L’Enciclopedia dei carrozzieri Italiani”.

Sappiamo tutti, giovani e persone di una certa età che l’arte soprattutto in campo motoristico è la migliore al mondo.

Questa maestria artigiana è secolare, è tramandata alle generazioni future e ancora migliorata.

In questa “Enciclopedia dei carrozzieri italiani” l’autore Alessandro Sannia ha lavorato diversi anni per approfondire la storia, le curiosità e i vari professionisti nonchè stilisti che hanno contribuito a rendere grande e conosciuto a livello globale l’arte del “Made in Italy”.

Alessandro Sannia e i suoi collaboratori sono riusciti a catalogare quasi mille artisti dai più noti a quelli che con il tempo si sono dimenticati.

Per fare capire al lettore l’imponenza di quest’opera cioè dell'”Enciclopedia dei carrozzieri italiani” vi do alcuni numeri per fare capire perchè dietro ai nomi conosciuti si nascondono altri collaboratori meno conosciuti ma sempre importanti.

L’introduzione al testo è di Leonardo Fioravanti, Umberto Eco, Oltre tremila immagini, due volumi di grande formato, stampato su carta patinata con copertina rigida rivestita in carta metallica.

Un capolavoro da collezione per impreziosire la vostra biblioteca!

Abbiamo due versioni commerciali: l’edizione in cofanetto con due volumi all’interno, testo in italiano e il formato dell’opera è: 23X31 cm, mentre l’edizione LIMITATA da collezione ha una tiratura limitata di sole 100 copie (50 in lingua italiana e 50 in lingua inglese) sono impreziosite dalla firma dell’autore Alessandro Sannia sono numerate inoltre sono rilegate in tela fine in un cofanetto di legno e finito in alluminio spazzolato e, all’esterno una scultura di una fuoriserie italiana degli anni’30 in policarbonato e acciaio.

I costi di queste due opere sono rispettivamente:

150 € per l’Edizione in cofanetto più spese postali

450 € per l’Edizione limitata da collezione più spese postali

Per l’acquisto di queste opere potete rivolgervi qui alla mail: michele.moraglio@alice.it

oppure andare direttamente al sito dell’editore:

http://www.ilcammello.it

 

Share Button

“LETTERA SENZA BUSTA” IL TUO UFFICIO POSTALE ON-LINE IL SERVIZIO POSTALE ON-LINE RIVOLTO AI VISITATORI E UTENTI DEL BLOG "MICHELEMORAGLIO"

“Siamo con te, ovunque tu sia, siamo il tuo ufficio postale on-line e siamo sempre aperti”

 

Oggi presento un’altro servizio rivolto a voi utenti del blog, che, molte volte non avete tempo o, semplicemente non avete voglia di passare mediamente un’ora nell’ufficio postale a pagare bollette, o inviare fatture, lettere, disdette per utenze…

Presento il nuovo servizio on-line offerto da questa compagnia CERTIFICATA che si chiama “Lettera senza busta” , vi rinvio al link dedicato: https://www.letterasenzabusta.com/?p=059        

Di cosa si tratta? Ma specialmente cosa posso fare? E’ sicuro? Vi chiederete.

Sappiate subito che, la nostra pubblicità presente su questo blog è certificata e garantita poichè deve rispettare parametri molto severi.

 

Certificazione CODACONS n.1611

 

I servizi che propone questo ufficio postale sono tantissimi:Posta prioritaria, normale,Raccomandate A/R,Solleciti di pagamento,Disdette dei vari servizi e utenze (all’interno potete trovare i moduli precomilati: Enel, Rai, altre utenze potrete trovarle nella pagina dedicata);

Questo servizio è Indispensabile (Contenuto certificato e incontestabile in quanto il foglio spedito funge sia da documento che da busta), SICURO (Lettere sigillate in totale sicurezza con sigillo antimanomissione e senza ricorso all’imbustamento), Veloce ( Stampa e sigillatura e postalizzazione avvengono in giornata).

Il servizio offre delle funzionalità iscrivendovi sul portale dedicato a voi: Firma elettronica avanzata, Marcatura temporale,Timbro digitale, Conservazione sostitutiva, potrete, inoltre, controllare l’esito della vostra spedizione scaricando gratuitamente l’App dedicata su Tablet e Smartphone.

Per le aziende è rivolto il servizio denominato “Lettere di vendita” dove voi potrete far conoscere la vostra attività attraverso lettere e non avete neanche la fatica di imbustarle e spedirle…pensa a tutto “Lettera senza busta”!!!

 

Quindi perchè fare la fila in posta …non hai tempo devi lavorare e hai una scadenza imminente? Nessun problema ci pensa “Lettera senza busta” !

Il servizio è rivolto sia ai privati che aziende

 

Basta cliccare il link e potrai scoprire tutti i servizi esclusivi dedicati: https://www.letterasenzabusta.com/?p=059

Share Button

“GALUP” DAL 1922 IL PANETTONE PIEMONTESE PER ECCELLENZA STORIA DI UN' AZIENDA PIEMONTESE LA "GALUP" DI PINEROLO

I fondatori della “Galup”: Pietro e Regina Ferrua

Quest’anno a tutti i soci e collaboratori del gruppo “Vintage” sono stati omaggiati con confezioni regalo della “Galup” di Pinerolo.

Perchè è stato deciso questo nonostante la crisi e i prezzi alti rispetto alla concorrenza?

“Il panettone “Galup” per me è sempre stato simbolo del mio natale piemontese, riguardo al prezzo si è deciso di acquistarlo lo stesso perchè rispetto agli altri offre ed ha qualcosa in più, in primis le materie prime per produrlo e l’artigianalità che dal 1922 lo contraddistingue, per antanomasia i prodotti artigianali sono più cari del 10% ma sempre i più genuini e inevitabilmente più buoni” risponde l’ufficio relazioni esterne del gruppo.

Pubblicità d’epoca “Ferrua-Galup”

Vediamo come nasce quest’azienda tutta piemontese: a Pinerolo nel 1922 dal pasticcere Pietro Ferrua: un panettone basso con la glassa di nocciole Piemonte, una variante al panettone milanese che è alto e sopra non ha nulla.

Con questa innovazione anche per merito della moglie Regina, il suo laboratorio artigianale viene conosciuto a livello regionale tanto che, nel 1937 si guadagna il brevetto di “Fornitore della Real Casa”.

Lo stabilimento di Via Fenestrelle a Pinerolo inaugurato nel 1948 con relativo spaccio dolciario

Nel 1948, dopo la seconda guerra mondiale, Ferrua lascia il suo laboratorio in centro a Pinerolo per spostarsi in Via Fenestrelle, dove è tutt’ora: un moderno stabilimento di diecimila metri quadri.

Tra gli anni cinquanta e gli anni sessanta la Galup si espande  anche a livello internazionale.

L’attore piemontese Erminio Macario nei caroselli “Galup”

Tra gli anni settanta e ottanta la Galup ha una produzione di 30.000 panettoni e una settantina di dipendenti a cui si aggiungono gli operai stagionali e un fatturato di circa quindici miliardi di lire.

Negli anni novanta incomincia il declino: la concorrenza agguerrita, la riduzione di produzione fanno che il 1 Ottobre 2012 cessa l’attività.

Nuovo logo “Galup” anni 2013/2016: il rosso simbolo di passione di amore per un’azienda che continua la sua tradizione

Successivamente quattro imprenditori torinesi e precisamente: Paolo Covelli, Valter Rabaioli, Giovanni Tonno che arrivano dal settore automotive e Pietro Drago un pubblicitario acquisteranno le quote della Galup facendo ripartire l’azie

Logo “Galup” anni ’80

nda per produrre le colombe pasquali.

Una curiosità perchè “Galup”? In piemontese vuol dire goloso, prelibato e guardate qui sotto le immagini e video di questa realtà produttiva veramente fantastica e bellissima.

Dallo scrivente un GRAZIE da tutti i piemontesi.

Se volete acquistare i prodotti “Galup” altamente consigliato! potete cliccare qui: http://www.galup.it

Share Button